Il sogno di ogni donna: il vestito da sposa

Il sogno di ogni donna: il vestito da sposa

Stili a confronto, nuove tendenze ed un ritorno al classico per scegliere l’abito della sposa.

Inutile cercare di esprimere che cosa rappresenti per una sposa l’abito per le proprie nozze e sicuramente per gli invitati alla cerimonia: quando la sposa entra tutti gli sguardi sono rivolti su di lei ed inevitabilmente sul suo abito. Questo accade perché un abito ha spesso la capacità di attribuire delle vere e proprie qualità, in un certo senso, alla sposa che lo indossa: un determinato stile, un determinato modello, esprime qualcosa della sua personalità e soprattutto dà un’indicazione ben precisa circa lo stile della cerimonia. Sull’abito da sposa e sulle indicazioni per la sua scelta sono state scritte pagine e pagine: ogni anno le aziende e gli stilisti, che lavorano nel settore, investono ingenti capitali su campagne pubblicitarie, brochure e cataloghi per presentare alle possibili acquirenti le nuove collezioni. Intorno all’abito della sposa gira un vero e proprio business, che ogni anno ricerca modelli nuovi, tessuti pregiati e nuovi tipi di dettagli per immettere sul mercato veri e propri capolavori di sartoria. Nonostante oggi non manchino di certo strumenti adeguati per tenersi informati, su ultime tendenze e nuovi prodotti in ogni campo dello scibile, e dunque anche sugli abiti da sposa, c’è spesso una gran confusione, che non aiuta di certo la sposa.

La scelta dell’abito è forse una delle più difficili, proprio perché nella maggior parte dei casi rende indecise anche le donne più risolute. Il primo passo da fare è consultare riviste del settore e navigare sul web, visitando i siti delle aziende ed in tal modo visionare le collezioni, in questo modo si ha già un primo approccio e si riescono già ad intravedere trend e stili diversi. Dopo questa fase di ‘consultazione’ le idee non saranno ancora ben chiare e si avrà ancora tanta confusione, ma l’importante è procedere per gradi e per progressiva eliminazione. A tal scopo è molto importante recarsi in diversi negozi ed indossare vestiti appartenenti a stili molto differenti : ciò vi aiuterà a stabilire delle linee guida utili nella scelta dell’abito. Naturalmente l’abito deve essere scelto unicamente dalla sposa che ne deve essere letteralmente folgorata, ma è indicato porre attenzione su di un aspetto: l’abito deve vestire la sposa nascondendo eventuali difetti, deve calzare a pennello. Anche se la sposa vorrebbe un determinato abito e seguire uno stile che magari l’affascina tanto, si deve valutare se è adatto al proprio fisico, questo è proprio fondamentale.

Gli ultimi trend vedono la comparsa di classici abiti bianchi, avorio o color crema, arricchiti di dettagli colorati, che vanno dall’oro all’azzurro, dal rosso corallo al rosso carminio, dal lilla ad altre tinte. Sicuramente ogni sposa ha i suoi gusti e alcune si lasceranno sedurre da queste nuove tendenze, ma noi vi consigliamo di preferire abiti tradizionali, in un certo senso: abiti color crema, bianchi, impreziositi da dettagli dello stesso colore. Molto più eleganti e raffinati e certamente più tradizionali, ma allo stesso tempo anche più ‘preziosi’: quest’anno sono tanti i pizzi e i merletti che senza eccessi impreziosiscono ed intrigano l’abito da sposa, anche grazie a giochi di trasparenza e alla lucentezza dei filati. Molto gettonate le sete pure, semplici cadute di tessuto arricchite soltanto dalla loro lucentezza. Eleganti e raffinati, per una bellezza fuori dal tempo, i leggeri e vaporosi veli di tulle; più legati alla tradizione, segnati da un tocco di vintage, ma anche più particolari i veli bordati ed impreziositi da pregiati pizzi.

Quest’anno i vestiti pomposi, ricchi, voluminosi, ma allo stesso tempo leggeri e vaporosi come nuvole di tulle, hanno messo in ombra gli altri stili: corpetti di pizzo, semplici o impreziositi di perle, sovrastano voluminose e larghe gonne di seta, che possono presentare piccole balze di tulle o di merletto. Sono ancora scelti alcuni modelli più ‘scivolati’, purché si allarghino sotto. Per essere delle vere principesse (perché scegliendo un abito di questo genere, si richiama molto uno stile regale) bisogna non trascurare un dettaglio in particolare: i guanti. Se il vestito è molto semplice, e la particolarità è data soltanto dalla lucentezza e dalla qualità del tessuto, così come il corpetto, e le spalle sono scoperte, è indicato scegliere dei guanti lunghi, al gomito o qualche centimetro più su, naturalmente da sfilare al momento della cerimonia. Se il vestito è molto ricco e particolare, magari con la presenza di pizzi e perle, è indicato indossare guanti corti, fino al polso: molto particolari, ma allo stesso tempo delicatissimi, quelli di tulle con intarsi in perle e pizzo.

Ogni abito ha una sua particolarità, una caratteristica, intrinseca o estrinseca che sia, che lo rende unico: ciò deve essere sfruttato al meglio dalla sposa che deve valorizzare l’abito, e allo stesso tempo essere valorizzata dal modello e dallo stile scelto. In conclusione, l’unica vera arma di cui munirsi è la semplicità, che di conseguenza si sposa all’eleganza e alla raffinatezza, caratteristiche che devono essere proprie di ogni sposa.